Filmaboutit.com - Centinaia di argomenti... Migliaia di film!

Cerca e trova film su qualunque argomento!

» » Lui è tornato

Lui è tornato

Er ist wieder da (titolo originale)

Votazioni

  • 7,0
Lui è tornato

Adolf Hitler si risveglia improvvisamente a sessantasei anni dalla sua supposta morte. Nella moderna Berlino, si ritrova senza guerra, senza un partito e senza Eva, e per di più circondato da un clima di pace, migliaia di stranieri e Angela Merkel.

Anno: 2015

Traduzione disponibile: si

Generi: commedia

Acquista su Amazon.com

Argomenti trattati

argomento

grado attinenza

Biografie - politica

Giornalismo

Razzismo e Discriminazione

Tv

Aggiungi alla lista

Aggiungi a: InteressanteIInteressante

Aggiungi a: VistoVVisto

Crew

ruolo

nome

Regista

David Wnendt

Cast

nome

personaggio

Oliver Masucci

Adolf Hitler

Christoph Maria Herbst

Sensenbrink

Fabian Busch

Fabian Sawatzki

Katja Riemann

Bellini

Lars Rudolph

Kioskbesitzer

Michael Kessler

Michael Witzigmann

Roberto Blanco

Himself

Franziska Wulf

Vera Krömeier

Stephan Grossmann

Göttlicher

Patrick Heinrich

Neonazi

Michael Ostrowski

Mancello

Recensione utente

Hitler ritorna in vita ai nostri tempi e diviene un protagonista dei media

1 commenti

  1. Cybbolo524 maggio 2016, 21:26:54

    La pellicola parte quasi in sordina, apparentemente solo provocatoria e innoqua, ma ha un dipanarsi da valanga che piano piano affascina e coinvolge.
    E' un film ambiguo, interessante e ambiguo, divertente, ma anche raggelante, girato come storia classica cinematografica che parte da un'origine surreale metafisica e anche come (finto?) documentario o candid camera assai credibile.
    E' molto difficile discernere la satira politica, cruda, a volte becera come nel momento delle barzellette sugli ebrei, assolutamente efficace e urticante, da un qualcosa che sembra un documentario mostruosamente reale circa l'accettazione ancora oggi di vecchi messaggi espressi con una tagliente dialettica, ma poco discostanti da quelli del 1933.
    E qui è il raggelante, come anche il comprendere che alcune cose dette circa il progresso, la televisione, l'assenza di valori rispetto ad una volta sono vere, seppure poi piegate ad una causa dalle conseguenze tragiche.
    L'Hitler attuale pare incidere alla grandissima ancora oggi, anche se certi messaggi contemporanei reali vengono bollati venialmente come 'populisti', e alcune battute di scena, espresse con uno sguardo che ha del demoniaco aulico d'immagine hitleriana, "c'è qualcosa di me in tutti voi" la più efficace, rendono il film inquietante.
    Si ride abbastanza, ma di un riso che forse è inconsapevole.
    Al contempo credo che per qualcuno degli spettatori sia scattata la sindrome di Diogene e una vaga depressione nel constatare l'impotenza del dibattersi in una corrente che non si sa quanto sia forte.
    Film molto buono anche tecnicamente, pieno di domande, riflessioni, arguto, acutissimo fino ad essere acuminato, e la lama è anche arrugginita e può portare il tetano.

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.

Accedi o crea un account
tmdb.org

This product uses the TMDb API but is not endorsed or certified by TMDb.

Powered by CMS ONice - Copyright ©2005-2016 IceLab