Movie Encyclopedia | Find Thousands of Movies by Theme | Filmaboutit.com

Search and find movies by any topic!

The Way Back

Ratings

  • 7,0
The Way Back

Year: 2010

Translation available: yes

Peter Weir's follow-up to Master & Commander (2003) is the stark & brilliant The Way Back, which takes on the theme of man's struggle for freedom.

Genres: dramaadventurehistory

Buy at Amazon.com

Associated topics

topic

relevance grade

Jailbreaks and Escape Attempts

Stalinism

Trekking / Hiking

Trailer

Crew

role

name

Screenwriter

Keith R. Clarke

Film director

Peter Weir

Screenwriter

Peter Weir

Film producer

Joni Levin

Film producer

Nigel Sinclair

Film producer

Peter Weir

Film producer

Keith Clark

Show all

Cast

name

character

Colin Farrell

Valka

Dejan Angelov

Andrei

Dragoș Bucur

Zoran

Ed Harris

Mr. Smith

Jim Sturgess

Janusz

Saoirse Ronan

Irena

Mark Strong

Khabarov

Alexandru Potocean

Tomasz

Gustaf Skarsgård

Voss

Sebastian Urzendowsky

Kazik

Zachary Baharov

Interrogator

Sally Brunski

Janusz's Wife, 1939

Igor Gnezdilov

Bohdan

Stanislav Pishtalov

Commandant

Mariy Grigorov

Lazar

Nikolay Stanoev

Yuri

Stefan Shterev

Cook

Yordan Bikov

Garbage Eater #1

Ruslan Kupenov

Garbage Eater #2

Nikolay Mutafchiev

Guard #1

Valentin Ganev

Guard #2

Anton Trendafilov

Steam Man

Pearce Quigley

The Professor

Sattar Dikambayev

Mongolian Horseman

Hal Yamanouchi

Official

Meglena Karalambova

Janusz's Wife, 1989

Irinei Konstantinov

Janusz, 1989

Show all

1 comments

  1. Cybbolo5226 July 2016, 21:53:47

    Un buon film, drammatico più che d'azione, nonostante la tanta azione e una qual difficoltà a credere il tutto come reale: tutto ciò per un certo approfondimento psicologico dei protagonisti di questa lunga fuga attraverso deserti e ghiacciai sotto la neve e le tempeste di sabbia.
    La storia, gabellata come vera, appare evidentemente romanzata ad uso spettacolo. Questo è il limite del film, buono, ma non ottimo, proprio per l'incapacità del regista di sottrarsi al commerciale per il botteghino. Peccato.
    Sarebbe stato un capolavoro nell'approfondimento estremo. Invece, dopo qualche momento di riflessione, si ha la sensazione della degustazione di un prodotto preconfezionato, precotto, con un finale abbastanza retorico e a tirare via, ché l'attraversamento dell'Himalaya non può essere liquidato con poche scene e troppa immaginazione rispetto a tutto il resto trattato con dovizia di aneddotica e dettagli.
    Lo dico di nuovo: peccato. L'americanata ha prevalso ancora una volta, fino anche al taglio della durata del film, moderatamente ragionevole per non spaventare nessuno, per un qualcosa che le scene finali davvero da rabbrividire, documentaristiche a scandire la storia, non sono riuscite a scalzare: una furba commercialità che rende la presente pellicola un buon film, appena un poco più di un film d'azione, buon film drammatico, ma senza coraggio.

Only registered users can leave comments.

Login or register an account