Buenos Aires, Argentina, 1971. Carlos Robledo Puch è un ragazzo di 19 anni con una faccia angelica, ma anche un ladro professionista, che agisce spietatamente, senza rimorsi.

Daniel Mantovani, premio Nobel per la letteratura, l'ha profetizzato nel suo antiretorico discorso svedese: la massima onoreficenza farà di lui un monumento, spedendolo anzitempo al museo.

Risultati 1 - 2 su 2