Un sedicente incaricato di una casa di produzione cinematografica gira per la Sicilia dei primi anni Cinquanta, "provinando" centinaia di persone.

Fortemente indiziato di omicidio, uno scrittore malato e in preda a crisi di amnesia è costretto, durante l'interrogatorio di polizia, a ricostruire, con difficoltà, una maledetta notte. È stato trovato un cadavere e l'uomo non riesce a ricostruire le sue ultime ore.

Che cosa succede ai ragazzi di Palermo quando escono dal riformatorio? Questo il tema di un film scomodo che divise i critici, indispettì i politici, scandalizzò i benpensanti.

E' la storia dell'amicizia tra Alfredo, proiezionista del cinematografo parrocchiale del paesino di Giancaldo in Sicilia, e Salvatore, diventato poi da grande affermato regista a Roma.

Film diretto da Nanni Loy che racconta le vicissitudini di Michele Abbagnano, venditore abusivo di caffè nella tratta Vallo della Lucania-Napoli.

Nino Peralta, padre di due figli, è condizionato da una situazione economica precaria, nonché dal suo passato di ex-galeotto. Peralta gestisce un chiosco aperto con i soldi frutto di precedenti furti, e ad aiutarlo nel mestiere provvedono anche il figlio ed un amico di nome Colicchia.

Durante scavi archeologici in Iran viene rinvenuto un amuleto che finisce tra le mani del figlio decenne del sindaco di un paesino del Lazio.

Un regista romano, che nei suoi film ha spesso parlato delle collusioni, in Sicilia, fra mafia e magistratura, si scontra dopo la prima di un suo lavoro con una realtà che assomiglia molto alla finzione.

Nino, emigrato in Svizzera, riesce ad ottenere un contratto trimestrale come cameriere in un ristorante, ma viene licenziato e privato del permesso di soggiorno.

Salvatore è un siciliano trapiantato a Milano, padrone assoluto del racket della prostituzione. Quando una delle sue migliore "ragazze" viene trovata morta, l'uomo scopre che il responsabile è il francese Roger intenzionato a sfruttare le prostitute per spacciare droga.

Amedeo è emigrato dall'Italia in Australia da circa vent'anni e non è mai riuscito a sposarsi, nemmeno per procura. Nel timore di non risultare gradito alla ragazza propostagli dal prete missionario Don Anselmo, Amedeo invia la foto di Giuseppe, un suo aitante amico.

Al rientro in Italia dalla Svezia dove è emigrato, geometra viene fermato al confine e carcerato senza saper perché. Passano gli anni, ma questo grottesco carcerario mantiene intatta tutta la sua forza di denuncia polemica, nonostante il bozzettismo di fondo.

Dall'omonimo romanzo di Leonardo Sciascia. Sicilia, anni Sessanta. Un ufficiale dei carabinieri indaga sulla morte di un impresario edile oppostosi alle ingerenze mafiose.

Risultati 1 - 13 su 13