"Loro", diviso in due parti, è un racconto di finzione, in costume, che narra di fatti verosimili o inventati, in Italia, tra il 2006 e il 2010.

"Loro", diviso in due parti, è un racconto di finzione, in costume, che narra di fatti verosimili o inventati, in Italia, tra il 2006 e il 2010.

Dopo quindici anni di matrimonio, Nicola e Valeria hanno deciso di divorziare in maniera civile. Hanno una bella casa, ottimi lavori, tre figli ma non sono più innamorati l'uno dell'altra.

Banana è un ragazzino convinto che nella vita si debba a tutti i costi cercare la felicità, almeno per qualcosa, non per tutto. È per questo che si impegna al massimo per conquistare l'amore di una sua compagna di classe che vuole avere in classe anche l'anno successivo.

Il segretario del principale partito d’opposizione, Enrico Oliveri, è in crisi. I sondaggi per l’imminente competizione elettorale lo danno perdente.

Paolo è riuscito a sposare Margherita e adesso aspettano un bambino per Natale. Festività che contano di trascorrere in famiglia e in un castello blasonato alle pendici del Monte Rosa.

1834. Attraverso alcuni episodi della vita di quattro ragazzi provenienti dal Meridione italiano, vengono ripercorsi gli eventi salienti che hanno portato all'Unità d'Italia.

Il film parla di una stagione della vita di Giulio Andreotti, e precisamente del periodo che va dalla fine della sua settima presidenza del consiglio, con all'orizzonte la massima carica istituzionale del paese, all'inizio del processo che lo vede accusato di associazione mafiosa.

Durante una serata benefica organizzata dalla moglie Elena, mediatrice culturale tra Italia ed Africa, Carlo conosce la bella Nadine, proveniente dal Senegal e sposata con un predicatore, e se ne innamora, venendo a sua volta ricambiato.

Accio è la disperazione dei suoi genitori, scontroso e attaccabrighe, un istintivo col cuore in gola che vive ogni battaglia come una guerra.

Il racconto della vicenda personale del primo pentito di mafia, Leonardo Vitale.

1994, Napoli, Quartieri Spagnoli. Leo e la sua piccola compagnia teatrale vogliono portare uno spettacolo a Sarajevo, dove è in corso la guerra.

Nell'estate 1952 Mario Ruoppolo, postino ausiliario nell'isola Salina delle Eolie, ha come unico destinatario da servire il poeta cileno Pablo Neruda, esule con la moglie.

Gli ultimi giorni di vita del famoso matematico Renato Caccioppoli , morto suicida.

Narra della storia vera del giudice Giovanni Falcone, i suoi ultimi anni di lavoro (si parla degli anni 1981-1992), della lotta contro la mafia, che lo porterà a perdere la vita nella strage di Capaci, il 23 maggio 1992.

Siamo all'inizio degli anni Trenta. Il contadino lombardo Antonio Soffiantini, detto Tunin, scioccato per l'uccisione di un amico da parte dei carabinieri, va a Roma per uccidere Mussolini.

Risultati 1 - 17 su 17