I quarantenni Rufetto e Nello sono due rapinatori maldestri che, dopo aver scontato quattro anni di carcere per un colpo andato male, vivono in un quartiere della periferia romana.I due non demordono e progettano una rapina che potrebbe dare una svolta alle loro vite mediocri.

Tra vertiginosi inseguimenti, arresti temerari e solitudini private, in una città come Napoli, che è coacervo di nazionalità, culture e criminalità disparate, la vita dei due agenti della sezione speciale della Squadra Mobile di Napoli Peppe e Francesco scivola in modo veloce e sincopato finché all'improvviso un giorno tutto cambia definitivamente per entrambi.

Ascesa e caduta di un clan criminale napoletano attraverso il racconto di un boss e della sua famiglia, scissa tra l'aspirazione a una vita borghese e le pulsioni profonde della sopraffazione.

Un giovane idraulico ripara la perdita d'acqua nel caveau di una banca e partorisce l'idea di organizzare proprio lì una clamorosa rapina.

All'interno del carcere di Rebibbia, i detenuti in regime di massima sicurezza hanno la possibilità di occupare le loro lunghe giornate partecipando a un laboratorio teatrale che mette in scena, per lo più, le opere di William Shakespeare.

Marino Pacileo, detto Gorbaciòf a causa di una vistosa voglia sulla fronte, è il contabile del carcere di Poggioreale a Napoli.

Nel 1985 Giancarlo Siani viene ucciso con dieci colpi di pistola. Aveva 26 anni. Faceva il giornalista, o meglio era praticante, abusivo, come amava definirsi.

Campania. La piaga della Camorra sembra travolgere ogni cosa, ogni persona, nei paesi più poveri, dove il territorio è spartito tra i clan al prezzo di vite spezzate da chi non da loro alcun valore.

Risultati 1 - 9 su 9