Non si uccidono così anche i cavalli?

Anno: 1969

Traduzione disponibile: si

Votazioni

  • 8,0

La storia di una delle tante maratone di ballo organizzate da impresari senza scrupoli durante la grande depressione: le coppie sono costrette a danzare giorno e notte fino allo sfinimento, per aggiudicarsi il premio in denaro che andrà alla coppia che avrà resistito più a lungo.

Generi: dramma

Acquista su Amazon.com

Aggiungi alla lista

Aggiungi a: InteressanteInteressante

Aggiungi a: VistoVisto

Argomenti trattati

argomento

grado attinenza

Balli da sala

Crew

ruolo

nome

Regista

Sydney Pollack

Sceneggiatore

James Poe

Sceneggiatore

Robert E. Thompson

Produttore

Robert Chartoff

Produttore

Irwin Winkler

Cast

nome

personaggio

Jane Fonda

Gloria

Michael Sarrazin

Robert

Susannah York

Alice

Gig Young

Rocky

Red Buttons

Sailor

Bonnie Bedelia

Rudy

Michael Conrad

Rollo

Bruce Dern

James

Al Lewis

Turkey

Robert Fields

Joel

Severn Darden

Cecil

Allyn Ann McLerie

Shirl

Madge Kennedy

Mrs. Laydon

Jacquelyn Hyde

Jackie

Felice Orlandi

Mario

Ian Abercrombie

Male Dancer #74

Vedi tutti

1 commenti

  1. Cybbolo529 aprile 2016, 16:43:23

    Per me, forse, è il miglior film di Pollack.
    Soggetto, ambientazione, recitazione, situazioni, tensione, ritmo, caratterizzazioni: tutto ottimo, e protagonisti e comprimari sono nettamente sfaccettati in loro fisionomie e comportamenti che rimarranno impressi a lungo.
    Fare un film su sfigati disperati in epoca di recessione, è facile: si partecipa con il piglio sadico e finisce lì con il segreto pensiero di essere spettatori in situazioni migliori, dunque consolati.
    Qui è diverso: di sadico, e neanche tanto ché non è sadismo, ma forse più nobile cinismo, c'è solamente Gig Young.
    Il resto è partecipazione con solidarietà, con pietà, anche, ma non pietismo, ché il sogno americano prevede impegno e sacrificio.
    Tutti grandi nel cast e un epilogo senza speranza che forse rompe gli schemi e lascia straniti, ma che è, a mio avviso, la forza morale del film, a richiamare stoicismi senechiani.
    Quasi un capolavoro.

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.