Film italiano per la televisione.

Fabbrica

Mentre Olivier, un caporeparto di 39 anni, dà tutto sé stesso per il suo lavoro, Laura, sua moglie e la madre dei loro due figli, abbandona la casa di famiglia, lasciando Olivier da solo ad affrontare le sue responsabilità. Perso e lasciato solo, Olivier dovrà fare i conti con il suo nuovo status di padre single per crescere i suoi figli da solo.

Fabbrica

Dopo aver promesso a 1100 impiegati che avrebbero mantenuto il loro lavoro, i manager di un'azienda decidono di chiudere improvvisamente il negozio.

Fabbrica

La cessione di un'azienda tessile a un gruppo finanziario straniero mette in crisi l'intera forza lavoro: tra le dipendenti, undici donne, ognuna con una propria storia, accettano di provare a rappresentare le operaie e si sforzano di trovare un modo per salvaguardare il posto di lavoro per tutte le dipendenti...

Fabbrica

Luca, trentenne che a Casale Monferrato vive barcamenandosi con il lavoro di clown per feste private, apprende che il padre Eduardo, ex operaio dell'Eternit, sta morendo di mesotelioma.

Fabbrica

Negli anni Settanta, gli amici John e Matt non sono più soddisfatti dalla realtà di provincia in cui vivono e dal lavoro in fabbrica.

Fabbrica

L'operaio Salvo si arrampica sulla torre della fabbrica dove lavora, per protesta contro il licenziamento, o forse solo per rabbia cieca, minacciando di buttarsi giù. Giorgio, operaio e rappresentante sindacale, anche se di carattere e fede politica del tutto opposti, sale per aiutarlo.

Fabbrica

Lo storyline è rappresentato dalla parabola dello sviluppo, dall’inizio del secolo fino al 1970 che ci sembra lo spartiacque simbolico tra un prima e un dopo che non sarebbe più assomigliato al passato.

Fabbrica

Dal romanzo omonimo di Silvia Avallone. Di qua l’acciaieria che lavora ventiquattro ore al giorno e non si ferma mai.

Fabbrica

A Sainte-Gudule, nella provincia francese di fine anni '70 Suzannela, moglie del ricco e spietato industriale Robert Pujol, in seguito a uno sciopero e al sequestro del dispotico e dittatoriale marito da parte dei suoi operai, si ritrova a sostituirlo alla guida della fabbrica quando lui, provato dagli eventi, decide di lasciare la città per rimettersi in sesto.

Fabbrica

Rita O'Grady guidò nel 1968 a Ford Dagenham lo sciopero di 187 operaie alle macchine da cucire che pose le basi per la Legge sulla Parità di Retribuzione.

Fabbrica

Una giovane operaia rumena vende tutto ciò che possiede e parte per l'Italia, dove viene accolta da un'altra operaia italiana.

Fabbrica

Joel è proprietario di un'azienda che si occupa di estrazione di essenze floreali. Improvvisamente la sua vita viene sconvolta da tutta una serie di problemi personali e professionali.

Fabbrica

Le lavoratrici di una fabbrica francese hanno una brutta sorpresa: il loro luogo di lavoro è stato smantellato durante la notte, e i dirigenti sono spariti.

Fabbrica

Emma Martano, nata da famiglia operaia di origine meridionale trapiantata a Torino, è impiegata alla FIAT nel settore informatico. Ha lavorato fin da piccola per cercare di emanciparsi, ora sta per laurearsi in matematica ed è prossima a sposare Silvio, un dirigente dell'azienda torinese, vedovo, con una figlia. È il settembre 1980, la FIAT annuncia che licenzierà quindicimila operai ed ha inizio il lungo durissimo sciopero che durerà 35 giorni.

Fabbrica

Risultati 1 - 20 su 83

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.