Blade Runner

Year: 1982

Translation available: yes

Ratings

  • 8,0

In the smog-choked dystopian Los Angeles of 2019, blade runner Rick Deckard is called out of retirement to terminate a quartet of replicants who have escaped to Earth seeking their creator for a way to extend their short life spans.

Genres: science fictiondramathriller

Buy at Amazon.com

Associated topics

topic

relevance grade

Androids

Cyberpunk

Dystopian future

Trailer

Crew

role

name

Film director

Ridley Scott

Film producer

Michael Deeley

Screenwriter

Hampton Fancher

Screenwriter

David Webb Peoples

Cast

name

character

Harrison Ford

Rick Deckard

Rutger Hauer

Roy Batty

Sean Young

Rachael

Edward James Olmos

Gaff

M. Emmet Walsh

Bryant

Daryl Hannah

Pris

William Sanderson

J.F. Sebastian

Brion James

Leon Kowalski

Joe Turkel

Eldon Tyrell

Joanna Cassidy

Zhora

James Hong

Hannibal Chew

Morgan Paull

Holden

Kevin Thompson

Bear

John Edward Allen

Kaiser

Hy Pyke

Taffey Lewis

Kimiko Hiroshige

Cambodian Lady

Carolyn DeMirjian

Saleslady

Bob Okazaki

Howie Lee

Ben Astar

Abdul Ben Hassan

Judith Burnett

Ming-Fa (uncredited)

Leo Gorcey Jr.

Louie - Bartender (uncredited)

Dawna Lee Heising

Showgirl (uncredited)

Sharon Hesky

Bar Patron (uncredited)

Kelly Hine

Showgirl (uncredited)

Tom Hutchinson

Bartender (uncredited)

Charles Knapp

Bartender (uncredited)

Rose Mascari

Bar Patron (uncredited)

Jirô Okazaki

Policeman (uncredited)

Steve Pope

Policeman (uncredited)

Robert Reiter

Policeman (uncredited)

Alexis Rhee

Geisha #1 (uncredited)

Show all

1 comments

  1. Cybbolo5221 September 2016, 17:51:10

    Il vero e il falso: uno dei tempi principali della tematica fantascientifica di Philip K.Dick, in un film che è ormai cult, storia della sci-fi, per trama, recitazione, scenografia, colonna sonora di Vangelis, e quant'altro si possa ancora associare. Al vero o falso associamoci esistenzialismo umano e cibernetico, tanto per pepare di più la storia, già complessa di suo.
    Ed è tutto perfetto a valorizzare uno dei pochi rari capolavori del genere ed è curioso che dal 1982 al 2007 ci siano sul mercato qualcosa come quattro o cinque versioni appena aggiustate, appena differenti, denominate 'final cut', che arricchiscono la bibliografia in una sorta di archivio super dinamico per evidenziare di volta in volta aspetti particolari della trama davvero intrigante.
    I dialoghi sono immortali, a mio parere mutuati alla grandissima dalla letteratura di Raymond Chandler, e l'inventiva è tuttora attuale in quel misto postapocalittico ecologico e super tecnologico avanzato.
    I personaggi sono indelebili, tutti sfaccettati e ambigui e la regia ha un incedere sincopato tra il solenne e il thriller.
    Insomma, lo ripeto: è un capolavoro.

Only registered users can leave comments.